image

Trecchina

Trecchina è un pittoresco borgo inserito in uno stupendo scenario montano nell’area sud-occidentale della Basilicata. Sorge su un ripiano alle pendici del Monte Coccovello, che la sovrasta insieme alle cime montuose del monte Santa Maria e, ancora, del Balzo Rosso e della Spina. Il nome del borgo, quindi, deriverebbe proprio da questa particolare collocazione geografica, alle pendici di tre chine.
  • Trecchina
  • Trecchina
  • Trecchina
  • Trecchina
  • Trecchina
  • Trecchina
L’itinerario turistico non può in alcun modo prescindere dalla cosiddetta Trecchina-Antica (centro storico), raggiungibile facilmente a piedi tra stradine scoscese e gradini di pietra consumati dal tempo. Qui la spontanea e suggestiva architettura delle case sembra avvolta nel regno del silenzio e chi vi giunge per la prima volta parla sottovoce come per timore di profanare il luogo. A poco più di 5 Km dal centro abitato si raggiunge la vetta rocciosa di Serra Pollino dove, nel 1926, fu costruito il Santuario della Madonna del Soccorso.
Nonostante la struttura recente, esso conserva all’interno, presso l’altare, un basso rilievo del XVI secolo. Alla ricchezza urbanistica ed architettonica si affianca la stupenda scenografia dei boschi, a tratti più simili a foreste, che si estendono tutt’intorno all’abitato: cerri, castagni, faggi, noci, querce e tanti fusti secolari ricoperti d’erba e arbusti rampicanti.

Il territorio limitrofo

Oltre che pittoresca, la collocazione di Trecchina risulta anche fortemente strategica, collocata com’è a pochi chilometri dalla stupenda costa, tipicamente mediterranea, di Maratea (spiagge incantevoli ed un mare cristallino, fondali profondi, incontaminati e particolarmente apprezzati dai subacquei) e dai sentieri montani del Parco Nazionale del Pollino.

Cenni storici

Le origini di Trecchina sono piuttosto incerte: alcuni fanno risalire il primo insediamento al 500 d.C., ad opera di coloni greci della città di Anglona, altri fissano le origini in età romana, indicandola con il nome di Terenziana.
Fu fortificata dai Longobardi per poi essere distrutta dai Saraceni nel X secolo e, infine, ricostruita in epoca normanno-sveva in un punto chiamato “rocca”. Malgrado i notevoli danni subiti dal terremoto del 1783 e del 1854, conserva ancora numerosi edifici ottocenteschi di buon pregio e tutti ornati di portali in pietra scolpita e lunghe balconate sorrette da ferro battuto.
biscottificiocaucci.com
Biscottificio Caucci
Contrada Ronzino
S.S. 585 Km. 15
85049 Trecchina (PZ) - Italy

T. +39 0973 826415
M. + 39 345 7614203

>> Email

Map
Sito Italiano Home×